Indip nasce in Sardegna da un progetto
del giornalista d'inchiesta Pablo Sole
e da un gruppo di colleghi che ha deciso
di puntare su inchieste e reportage.

Vogliamo assicurare ai lettori chiarezza,
accuratezza, verifica puntuale delle fonti,
secondo i princìpi dello Slow Journalism.
Slow Journalism Perché l'informazione
ha bisogno di accuratezza.
Non di click.
Seguire i princìpi dello Slow Journalism
implica un grande lavoro dietro le quinte,
dalla verifica della notizia ai rapporti con le fonti,
dalla ricostruzione della vicenda a un rigoroso
fact-checking.

La pubblicazione dell'articolo è solo l'ultimo
di tanti passaggi.
Chi sono gli editori? Voi Lavorare liberi da imposizioni, interessi
più o meno velati e interpretazioni
"addomesticate" dei fatti è possibile.
Basta soddisfare un'unica condizione:
a sostenere Indip dovranno essere
esclusivamente gli abbonati, senza editori
né sponsor.

Per questo la testata non avrà pubblicità,
né pubbliredazionali. Crediamo che tutti
debbano permettersi di essere informati,
per cui leggere Indip per un anno
costerà 60 euro, 16 centesimi al giorno.
Il ruolo attivo dei lettori Per far emergere quel che non si vede
il vostro contributo sarà determinante.
Per questo abbiamo creato InLeaks
una piattaforma ad hoc che permette di segnalare
notizie e inviare documenti in forma anonima.

Ci sarà un dialogo continuo con gli abbonati,
che potranno segnalare i temi di maggiore interesse.
Periodicamente organizzeremo incontri
tra lettori e redazione.
Illumina l'immerso Semplice | Chiaro | Necessario Partecipa al Crowdfunding
Continua... arrow_drop_down_circle info@indip.it | Privacy e Cookie
Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?